December 2, 2019 / 10:51 AM / 4 days ago

Borse Europa, ritornano su massimi di 4 anni su dati Pmi positivi

(Reuters) - L’azionario europeo comincia la settimana tornando ai recenti massimi in un quadro che vede incoraggianti dati macro relativi alle principali economie della zona euro e alla Cina sostenere i settori sensibili del commercio, tra cui minerari e oil & gas.

L’indice pan-europeo STOXX 600 guadagna lo 0,33% avvicinandosi ai massimi di quattro anni registrato la scorsa settimana, guidato dal rialzo dell’1,21% del comparto minerario, esposto alla Cina, mentre l’aumento dei prezzi del petrolio sostiene il settore energetico, che sale a sua volta dello 0,99%.

L’ottimismo è partito dai mercati asiatici con il rapporto sull’attività industriale in Cina che ha segnato a novembre inaspettatamente un’espansione a un ritmo più sostenuto in quasi tre anni, con un solido aumento delle voci produzione e nuovi ordini.

Contribuiscono a sostenere ulteriormente il sentiment i dati sul manifatturiero di novembre diffusi da IHS Markit, che fotografano in Francia un’espansione al ritmo più rapido in cinque mesi e in Germania un rallentamento della contrazione per il secondo mese consecutivo.

“I dati (in Cina) sono stati leggermente migliori delle aspettative, quindi si tratta di una buona notizia”, ​​osserva Teeuwe Mevissen, senior market economist per Rabobank.

“Ciò ha senso anche alla luce degli ultimi sviluppi riguardanti la fase uno dell’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina... il sentiment è leggermente migliorato perché sembra abbastanza plausibile che raggiungeranno questo accordo di fase uno”.

Il DAX tedesco è sulla buona strada per archiviare la sua migliore seduta in oltre tre settimane guidato da Lufthansa, in rialzo dell’1,57% sulla scia delle indiscrezioni stampa secondo cui Qatar Airways starebbe valutando la possibilità di acquisire una quota nel colosso tedesco.

Il produttore danese di apparecchiature mediche CHEMOMETEC balza del 17% dopo la nomina di Steen Soendergaard a nuovo CEO in seguito alla brusca uscita di scena del suo predecessore.

TED BAKER sprofonda dell’8,2% dopo che la catena di negozi di moda britannica ha dichiarato che potrebbe aver sopravvalutato le scorte di 25 milioni di sterline (32,08 milioni di dollari).

Il supermercato online OCADO cede il 5,8% dopo aver lanciato un’emissione obbligazionaria pari a 500 milioni di sterline (642 milioni di dollari), in parte volta a finanziare la sua costruzione di magazzini robotizzati.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below